Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri in offerta

Sono il guardiano del faro

di Éric Faye

editore: Racconti Edizioni

Cammina in punta di piedi, quasi sussurra, saltando dall’ultima pagina di un racconto alla prima dell’altro. Un medesimo protagonista senza volto, il viaggiatore, fuoriesce fra le pagine del testo come si trattasse di un libro animato, mostrandosi rapido come un’ombra.

Éric Faye disegna con tratto leggero un itinerario fantastico che sembra poter smantellare immagini, idee narrative, residui onirici propri di un’iconografia quasi metafisica: s’inerpica per muraglie impossibili da dominare, brancola da solo nella foresta, piomba con lo sguardo su di una spiaggia greca, affonda sul sedile di un treno infinito e da un treno simile si getta in corsa sotto al buio siberiano, per ritrovare una città scomparsa dalle mappe e quindi dal mondo.
Nove racconti per nove lati di uno stesso poligono non a caso irregolare e pertanto difficile da cogliere a pieno; una sfida letteraria classica, l’eterno tema del viaggio, affrontata però al grado zero – appena tratteggiati i luoghi, come i personaggi – per riflettere direttamente sull’esilio, sulla solitudine, sulla nostalgia e sul pericolo non di un uomo, ma dell’uomo in sé.

Sullo sfondo, quindi, il movimento stesso – spazio, ma anche tempo – un «tourbillon di anime», una continua turbolenza; persino quando il viaggiatore è guardiano di un faro situato in mezzo al mare, immagine tipica dell’immobilità. Anche se rinchiuso fra quattro mura, anche se in completa solitudine, l’uomo che sogna, riflette e scrive è gettato su di una vertigine che affaccia sul mare o verso oriente; su di un’orizzonte liquido e teso verso l’ignoto che richiamandoci a sé ci spinge con forza a ritrovare l’altro e condividere la strada.
10,99 8,99

Oggetti solidi

Tutti i racconti e altre prose

di Virginia Woolf

editore: Racconti Edizioni

Non c'è stato momento in cui la forma breve non abbia accompagnato il fiume narrativo di Virginia Woolf. Schizzi, immagini, prose da cui trarre un'intera poetica: in quel brusio dell'essere, tappeto armonico per l'intera opera della scrittrice, i racconti sembra abbiano fatto da accompagnamento ritmico. In parte pubblicati in vita, in parte postumi, oppure custoditi in un quaderno, oggi costituiscono il battito letterario di Oggetti solidi. Un libro della vita. Sia perché testimone di un'intera biografia, sia perché eloquente di uno sguardo e di un orecchio teso verso niente più, e nientemeno, che la vita stessa. Potrà sembrare astratto, ma è bene coglierne la solidità nascosta. La potenza dei moti d'animo, la forza delle passioni al di sotto di quel volo leggero che sembra planare sopra un chiacchiericcio troppo mondano, come nei racconti della «festa». Le escursioni in una lingua nuova, polifonica anche in seno alla coscienza, che non fatica a far sentire il suo peso. E poi ovunque la gioia, e il fardello, dell'immaginazione: animali che prendono vita su di un pezzo di stoffa, case stregate o piene di tesori sorvegliati da pappagalli, diari colmi di confessioni inascoltate, pensieri racchiusi in uno stagno e la creazione, fra i tanti, di personaggi come Mrs Dalloway e Mrs Ramsay. Raccolti in un'edizione impreziosita dalla curatela di Liliana Rampello, ognuno di questi oggetti ricompone tutta la complessità di un respiro libero, sottile e colmo di ironia, in un rinnovato classico della narrativa breve e non solo.
13,99 12,99

Negroland

di Margo Jefferson

editore: 66thand2nd

Negroland non è Harlem a New York, né Bronzeville a Chicago, è un’enclave senza confini geografici, protetta da benessere e privilegi in un paese segnato dai conflitti razziali. Negroland è “l’élite di colore”, una classe nascosta tra le pieghe di una nazione che ha creato il mito della società senza classi. È un microcosmo regolato da un’etichetta minuziosa, ossessionato dalla perfezione, dove si bada alla tonalità della pelle, alla forma del naso, a lozioni, parrucche e capelli. Figlia dell’alta borghesia nera, Margo Jefferson ha il lignaggio ideale per demolire una dopo l’altra le nostre convinzioni sulla “razza”, trasformandola in un concetto mutevole in cui si intrecciano lingua, genere, censo, ingegno e ambizioni personali. E per riappropriarsi fin dal titolo di una parola diventata tabù – “Negro”, con la N maiuscola –, in cui vibrano ancora, sedimentati sotto strati di significato, i proclami per i diritti civili, le taglie sugli schiavi fuggiaschi, gli scritti di W.E.B. Du Bois e James Baldwin. Il risultato è un “lessico famigliare” intessuto di illuminanti digressioni storiche: sui lasciti della segregazione e sul Black Power, ma anche su Lena Horne e Donyale Luna, feticci glamour di un’epoca passata, sugli schiavisti neri, sui film di Audrey Hepburn, sugli “esercizi di suicidio” delle ragazze di Negroland. Perché questo è un memoir sorprendente, sincero, con cui l’autrice si propone, come fanno Claudia Rankine e Ta-Nehisi Coates, di ampliare e ridefinire i contorni di una nuova coscienza afroamericana.
13,99 7,99

Mindfulness

Istruzioni per l'uso

di Watt Tessa

editore: Anteprima

pagine: 212

Trascorriamo gran parte della nostra vita come sonnambuli, correndo da un luogo e da un appuntamento all’altro, persi in un tu
11,99 8,99

Mindfulness

Istruzioni per l'uso

di Watt Tessa

editore: Anteprima

pagine: 212

Trascorriamo gran parte della nostra vita come sonnambuli, correndo da un luogo e da un appuntamento all’altro, persi in un tu
11,99 8,99

L'abisso

di Huysmans Joris-Karl

editore: Lindau

pagine: 327

A scendere nell'abisso evocato dal titolo è Durtal, scrittore della Parigi fin de siècle in preda a una profonda crisi umana e
16,99 8,49

L'abisso

di Huysmans Joris-Karl

editore: Lindau

pagine: 327

A scendere nell'abisso evocato dal titolo è Durtal, scrittore della Parigi fin de siècle in preda a una profonda crisi umana e
16,99 8,49

Kabukicho

di Dominique Sylvain

editore: 66thand2nd

Quando Jason Sanders riceve la foto di Kate, immobile all’ombra di un albero in un parco di Tokyo, parte subito per il Giappone, dove viene a sapere che la figlia è stata vittima di un omicidio il cui modus operandi ricorda quello di un famoso serial killer giustiziato tempo prima. Erano anni che padre e figlia avevano interrotto i rapporti e per Jason è uno shock scoprire che Kate lavorava come hostess in un club di Kabukicho, il quartiere a luci rosse più sulfureo della capitale nipponica, costellato di personaggi da manga. Tra questi, Yudai, gigolò carismatico, legato a Kate da una relazione ambigua e incapace di rassegnarsi alla morte della ragazza. Su di lui indaga il capitano Yamada, che dopo il coma, cui è seguita una parziale amnesia, non è più il poliziotto infallibile di un tempo. Le ricerche procedono con lentezza mentre i protagonisti si destreggiano tra le regole non scritte della società giapponese, che spesso diventano muri invalicabili. Troppe cose non quadrano: perché una «gaijin» con il dono della scrittura, che suscitava le fantasie erotiche di attempati uomini d’affari, continuava ad abitare in un modesto appartamentino con un’amica? Per fortuna c’è Marie a consolare Jason. È lei la custode dei segreti della vita di Kate, anche di quelli che non aveva mai rivelato ad anima viva…
14,99 8,49

Immagina

Come nasce la creatività

di Jonah Lehrer

editore: Codice Edizioni

La creatività e la capacità inventiva, ma anche l’intuizione improvvisa che ci permette di risolvere un indovinello, sono sempre state considerate qualità sfuggenti e insondabili. Un dono, un misterioso soffio divino. Ma è davvero tutto lì? In realtà le neuroscienze, avanguardia della cultura contemporanea, sono oggi in grado di mappare gli imprevedibili percorsi tracciati dal processo creativo e di descrivere quella lampadina che in un secondo illumina un mondo prima sconosciuto. Vedremo come compone Bob Dylan, come sono nati i post-it e la Barbie. Conosceremo un barista che pensa come un chimico e un atleta autistico che ha inventato una nuova manovra del surf.Per scoprire infine che la “formula della creatività” è avere uno spirito curioso e anticonformista, e abbandonare tutto ciò che pretende di imbrigliare la nostra immaginazione.
11,99 10,99

Vita da cavia

La vera storia dei beagle di Green Hill

di Francesco Grignetti

editore: E-letta

L’indagine che ha svelato le pratiche utilizzate a Green Hill per l’allevamento dei cani beagle destinati alla vivisezione, dove il profitto ha prevaricato sul benessere minimo degli animali
6,99 3,99

Vita da cavia

La vera storia dei beagle di Green Hill

di Francesco Grignetti

editore: E-letta

L’indagine che ha svelato le pratiche utilizzate a Green Hill per l’allevamento dei cani beagle destinati alla vivisezione, dove il profitto ha prevaricato sul benessere minimo degli animali
6,99 5,99

Culo nero

di A. Igoni Barrett

editore: 66thand2nd

La mattina dell’ennesimo colloquio di lavoro, Furo Wariboko, trentatré anni, nigeriano, si sveglia e scopre di essersi trasformato in un oyibo, un uomo bianco, con i capelli rossi e gli occhi verdi. Una metamorfosi inspiegabile, che gli lascia un’unica possibilità, fuggire di casa e cercare fortuna nella babele di Lagos. Anche se nel suo quartiere i bianchi si contano sulla punta delle dita, e la gente da loro vuole sempre qualcosa: denaro, amicizia, favori. Se però conosci il pidgin e l’arte di arrangiarsi di ogni lagosiano, avere la pelle bianca può offrire dei vantaggi. Può farti entrare in un’azienda dalla porta principale; può spingerti tra le braccia di una donna bellissima che sa come manovrare i «paparini» di qualsiasi colore; può garantirti amicizie altolocate e una macchina con l’autista. In un clima sospeso tra sogno e incubo kafkiano, l’avventura di Furo Wariboko, alias Frank Whyte, si snoda intorno ai labili cofini della razza e dell’identità, sullo scenario della più chiassosa e seducente tra le metropoli africane, una città in cui ognuno è «un re a casa sua, e ogni casa una nazione sovrana». Dove aggirarsi con le fattezze di un oyibo può essere esilarante ma molto rischioso, specie per Furo, che nella metamorfosi ha conservato un dettaglio della sua vecchia vita: ha ancora il sedere di un «bel nero gagliardo».
13,99 7,99

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.