Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri in offerta

? Il paradosso dell'ignoranza da Socrate a Google

di Autore Sgobba

editore: Il Saggiatore

Perché quella faccia triste, lettore? Non sapere ti rende infelice. Non sai nulla di quello che ti circonda: non sai come fa a volare l’aereo che ti porterà a Londra, non sai quante zampe ha una Pseudoiulia cambriensis, come funziona il wi-fi, quanta acqua c’è nell’Oceano Atlantico. Sai cosa vuol dire entelechìa? Quanti capelli abbiamo in testa? Hai mai provato a contare tutte le stelle? No, ma l’ha già fatto l’astronomo Ipparco, e le notizie non sono buone: non potremo saperlo mai.Più cerchi di trovare risposte più si formulano ulteriori domande. Ogni informazione è superata nel momento in cui la ricevi, ogni novità è storia vecchia. Grazie a Internet puoi sapere dove sono i tuoi amici in questo momento, con chi sono, cosa fanno. Ma ti interessa davvero? Se digiti parole a caso su Google («kefYDl9») qualche risultato verrà fuori di sicuro. Ma saperlo potrà farti vivere meglio? Hai uno sguardo sconsolato, lettore. Non sai che potresti vivere anche senza tutte queste conoscenze. Tu sei Prometeo, prigioniero del fuoco. Sei il fratello spirituale di Friedrich Nietzsche. Se fossi un personaggio di Game of Thrones saresti il Guardiano della Notte Jon Snow, il paladino che lotta trafitto dal dolore di non conoscere né il suo passato né il suo destino.Non lo conosci, ma forse non hai mai voluto saperlo. Anche sapere ti rende infelice: sai benissimo che più cose riuscirai a conoscere più diventerai ignorante. È il paradosso dell’ignoranza: non sapremo mai cosa esattamente sappiamo, e sappiamo solamente ciò che pensiamo di sapere.? – l’unico libro che pone solo punti interrogativi – è un ambizioso atlante dell’ignoranza, un racconto rigoroso e ironico che attraversa secoli di storie, libri, memorie, teorie scientifiche; mette in dialogo grandi filosofi del passato come Platone, Kant e Nietzsche con i politici di oggi; apre dispute tra giornalisti e burocrati dell’Ottocento, sociologi e scrittori, ottimisti e pessimisti, poeti e criminali. Un’indagine sull’infinita possibilità di sfumature che colorano il concetto di «ignoranza» – tra cavalieri che lottano contro gli ignoranti e ignoranti che diventano i signori del mondo – per scoprire il paradosso più antico di sempre.
14,99 13,99

La Grande guerra e la dissoluzione di un Impero multinazionale

Autori vari

editore: Fondazione Bruno Kessler

La dissoluzione dell’Impero asburgico a seguito delle vicende della Prima guerra mondiale costituisce un fenomeno storico di grande interesse. Al contrario di altri imperi che si dissolsero con la vicenda bellica (l’Impero zarista o quello ottomano), la compagine imperiale degli Asburgo non appariva vittima di un mancato adeguamento alla modernizzazione, anche se da più parti si notavano le contraddizioni con cui questo fenomeno era stato gestito. Anche la sua natura di Stato multinazionale era percepita come un dato di ambiguità: da un lato i richiami alle identità nazionali si erano andati rafforzando fra fine del XIX e inizi del XX secolo, dall’altro sembravano tenere le tradizionali legittimazioni che coniugavano moderati mantenimenti delle identità etniche con connessioni alla figura patriarcale dell’imperatore e alla neutralità burocratica del governo di Vienna. Su questo universo la «Grande guerra» si riversò come un terremoto, costringendo l’Impero a misurarsi tanto con le sue arretratezze di sistema politico quanto con lo spinoso tema del «patriottismo», risorsa essenziale nel quadro di un conflitto che sempre più si andava caratterizzando come uno sforzo globale di quella che avrebbe dovuto essere una «nazione».
14,99 13,99

Scatola sonora

di Alberto Savinio

editore: Il Saggiatore

La musica è un’idea, mai un fatto. È straniera nel nostro mondo, una temibile intrusa. Come possiamo del resto conoscere e fi darci di ciò che ignora gli interessi umani? Eppure ne facciamo materia di studio e dissertazione, illusi di possederla quando è lei a possedere noi, inevitabilmente. Perché il suo fascino è proporzionale alla violenza con la quale vanifi ca ogni nostra aspirazione, disattende ogni aspettativa, e riconduce là dove la ricerca spasmodica dell’utile ci impediva di approdare: al cuore stesso dell’ignoto. Tale è la musica per Alberto Savinio: rivelazione metafi sica reale, anche se indicibile. Reale proprio perché indicibile. Come parlarne, allora? Da artisti, è la risposta che emerge dai resoconti di Savinio dell’intensa vita musicale della prima metà del Novecento. Perché, a suo dire, la critica non può limitarsi a dare giudizi, ha un compito più alto: inventare. Così, nelle vesti di critico musicale, Savinio non dismette i mezzi maturati come pittore, poeta, drammaturgo e musicista, li orchestra in una prosa sopraffi na e tagliente che, mescolando parole a immagini e suoni, riporta sempre l’ascolto alla dimensione ineffabile del puro incontro estetico. La fantasia e l’ironia si sostituiscono all’informazione e alla descrizione, mentre improvvise divagazioni in apparenza «fuori tema» trasformano la cronaca in rifl essione generale su temi sociali e culturali, fucina di originali valori artistici. Scatola sonora raccoglie gli scritti musicali che Savinio compose fra gli anni venti e il secondo dopoguerra, pennellate rapide e luminescenti che danno vita a un quadro lucido, profondo, sagace, dirompente, corrosivo, polemico, ispirato, da ultimo insostituibile, di ‹‹quel miracoloso prolungamento dell’infanzia›› che per Savinio è l’esperienza artistica.
20,99 19,99

Padre

Ci saranno ancora sacerdoti nel futuro della Chiesa?

di Massimo Camisasca

editore: San Paolo Edizioni

«In occasione dell’anno sacerdotale del 2010, ho deciso di raccogliere le riflessioni e le esperienze della mia quasi trentennale esperienza di superiore e formatore dei seminaristi e sacerdoti della Fraternità san Carlo. È nato così il libro Padre che ho desiderato offrire umilmente ai miei fratelli nel sacerdozio e a tutta la Chiesa. Oggi nasce una nuova edizione, proprio mentre papa Francesco pone il tema della vocazione al centro della considerazione della Chiesa universale, che culminerà nel Sinodo ordinario dei vescovi convocato per l’ottobre 2018 e che avrà come titolo: I giovani, la fede e il discernimento vocazionale. Mi auguro che questa mia opera possa contribuire positivamente alla riflessione a cui il Santo Padre ci invita e sia per tutti noi, e in particolare per coloro che sono impegnati nell’affascinante campo dell’educazione dei giovani, un utile strumento di accompagnamento verso la fioritura delle vocazioni e, soprattutto, delle vocazioni sacerdotali».
12,99 11,99

Sparizione

Un caso per Jane Rizzoli e Maura Isles

di Gerritsen Tess

editore: Longanesi

pagine: 350

È la fine di un’altra dura giornata di lavoro per l’anatomopatologa Maura Isles, quando un rumore improvvis
4,99 2,99

Sparizione

Un caso per Jane Rizzoli e Maura Isles

di Gerritsen Tess

editore: Longanesi

pagine: 350

È la fine di un’altra dura giornata di lavoro per l’anatomopatologa Maura Isles, quando un rumore improvvis
4,99 2,99

Vita e avventure di Jack Engle

di Walt Whitman

editore: flower-ed

Ambientato a New York, "Le avventure di Jack Engle" è un romanzo dalle atmosfere dickensiane, in cui le vicende di un avvocato avido e corrotto, una giovane orfana da lui ingannata e il protagonista Jack Engle, anch’egli orfano, si intrecciano tra ingiustizie sociali e soprusi sui più deboli, ma anche storie d’amicizia, di leatà e d’amore. Pubblicato in forma anonima nel 1852, il romanzo di Walt Whitman cadde nell’oblio, fino a quando Zachary Turpin, ricercatore della University of Houston, a seguito di alcune ricerche d’archivio e seguendo gli indizi forniti dai giornali dell’epoca, si imbatté nell’unica copia cartacea esistente e, nel febbraio del 2017, ne diede notizia al mondo. La scoperta risulta particolarmente interessante perché getta nuova luce sugli inizi della carriera letteraria di Whitman e perché rappresenta il testo in cui affonda le sue radici la celebre raccolta poetica "Foglie d'erba".
7,99 4,99

Resilienza

Andare oltre: trovare nuove rotte senza farsi spezzare dalle prove della vita

di Sergio Astori

editore: San Paolo Edizioni

Ormai entrato nel linguaggio comune, il termine “resilienza” indica la capacità umana di superare un’avversità, un trauma, una tragedia, uno stress.Ma, avverte l’autore, la resilienza non va intesa tanto come qualcosa di immutabile, quanto come un processo di cambiamento: non si tratta di resistere a un evento negativo senza cadere, quanto piuttosto di cadere e poi rialzarsi, rigenerandosi. E le storie di chi è caduto e poi si è rialzato, abbandonando rabbia e recriminazioni e rinunciando al ruolo di vittima, costituiscono le tappe del viaggio con cui il lettore è condotto a esplorare i contorni di questo concetto.Resiliente è chi convive con un handicap creando una rete di sostegno interna ed esterna alla famiglia; chi supera una crisi personale riscoprendo parti dimenticate di se stesso; chi risponde alla malattia con la speranza che deriva da un incontro; chi con il dialogo spezza il muro di silenzio creatosi dopo una tragedia collettiva; chi prova a rimettersi in gioco con semplicità, pazienza e speranza.Seguendo un percorso fatto di «fermarsi, guardarsi indietro, capire che non si è capito e poi riprendere il cammino cercando la direzione, ma senza rinunciare alla strada», scopriremo che la resilienza è profondamente intrecciata alla storia personale di ciascuno di noi.
15,99 14,99

La leadership comunicativa

Come aumentare la performance personale e aziendale

Autori vari

editore: Giunti

Due megatrend stanno cambiando l’economia: la perdita di fiducia della popolazione nelle istituzioni e nelle imprese, negli AD e nei media, e l’acquisizione di credibilità da parte del cittadino medio attraverso la tecnologia, la comunicazione individuale e i social media. Come gestire un’azienda, come ispirare un team quando la credibilità cala e ogni cliente può documentare un prodotto riuscito male o un servizio non fornito bene e condividere l’informazione? La leadership comunicativa offre innumerevoli possibilità per entusiasmare i clienti, motivare i collaboratori, rendere felici gli investitori ed essere accettati dalla società. Emilio e Clementina Galli Zugaro spiegano come il management può riguadagnare la credibilità, instaurare un dialogo duraturo con azionisti, collaboratori, clienti, con la società, e come può ottenere la licenza a operare senza la quale nel futuro nessuna azienda sopravviverà. Un libro che sfrutta l’esperienza di un manager navigato e di una giovane psicologa della generazione dei millennial per affrontare le sfide dell’economia digitale, con uno sguardo maschile e uno femminile sulla leadership del domani.
15,99 14,99

La leadership comunicativa

Come aumentare la performance personale e aziendale

Autori vari

editore: Giunti

Due megatrend stanno cambiando l’economia: la perdita di fiducia della popolazione nelle istituzioni e nelle imprese, negli AD e nei media, e l’acquisizione di credibilità da parte del cittadino medio attraverso la tecnologia, la comunicazione individuale e i social media. Come gestire un’azienda, come ispirare un team quando la credibilità cala e ogni cliente può documentare un prodotto riuscito male o un servizio non fornito bene e condividere l’informazione? La leadership comunicativa offre innumerevoli possibilità per entusiasmare i clienti, motivare i collaboratori, rendere felici gli investitori ed essere accettati dalla società. Emilio e Clementina Galli Zugaro spiegano come il management può riguadagnare la credibilità, instaurare un dialogo duraturo con azionisti, collaboratori, clienti, con la società, e come può ottenere la licenza a operare senza la quale nel futuro nessuna azienda sopravviverà. Un libro che sfrutta l’esperienza di un manager navigato e di una giovane psicologa della generazione dei millennial per affrontare le sfide dell’economia digitale, con uno sguardo maschile e uno femminile sulla leadership del domani.
15,99 14,99

Chi non serve non serve

Il volto bello dell’amore cristiano secondo papa Francesco. Itinerario biblico

di Gabriele Corini

editore: San Paolo Edizioni

Dopo il fortunato volume Non rimanere caduti, in cui aveva riflettuto sulle quindici malattie elencate da papa Francesco alla Curia Romana in occasione degli auguri natalizi del dicembre 2014, l’Autore offre la sua riflessione su quelli che il Santo Padre ha indicato come «antibiotici» della vita cristiana. Sono dodici coppie di virtù che egli stesso ha consegnato ai suoi collaboratori della Curia Romana, sempre per la medesima circostanza, ma che diventano un vero e proprio cammino per ogni persona che è alla ricerca del volto bello dell’amore cristiano.Queste dodici indicazioni stradali, descritte nelle coppie di virtù qui proposte, ci presentano in modo concreto l’identikit del «volto bello» del servizio sul quale modellare e costruire il cammino nella Chiesa di Dio. In questo percorso a guidare è la parola di Dio: i brani biblici sono proposti nel loro significato primo e successivamente attualizzati, in quanto la Scrittura è Parola viva che ispira azioni e scelte concrete per la nostra vita.
15,99 14,99

Il mondo riguardato

Movimenti e modelli di conversione ecologica

di Vincenzo Rosito

editore: San Paolo Edizioni

In dialogo con l’enciclica Laudato si’ di papa Francesco e con importanti pensatori contemporanei, Vincenzo Rosito ripercorre e ricostruisce il dibattito intorno all’ecologia sociale, anche analizzando movimenti e modelli di conversione ecologica. Come scriveva Alexander Langer, «conversione non è solo un termine spirituale (lo è sicuramente in modo molto forte) ma è anche un termine produttivo, un termine economico». Cosa richiede, allora, la vera conversione ecologica? Quanto è profondo questo cambiamento che investe la nostra spiritualità, le nostre pratiche di tutti i giorni e le scelte più importanti della nostra civiltà?«L’ecologia profonda non è il semplice aggiustamento di alcune abitudini o stili di vita. Essa ha infatti il volto di una trasformazione radicale che invita all’autocritica dei modelli e degli orientamenti culturali di fondo presenti in un determinato contesto sociale. In tal senso l’ecologia profonda non può essere riformista, ma solo rivoluzionaria. È questo un passaggio fondamentale nella ricostruzione dei paradigmi ecologici contemporanei poiché per la prima volta la sensibilità ecologica è molto più di un vago senso di colpa. Per la prima volta la coscienza ecologica va ben oltre la percezione di una “cattiva coscienza ambientale”, essa è tutt’uno con la critica dell’attuale modello economico-produttivo».
18,99 17,99

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.